Nei paesi occidentali, il tumore della prostata rappresenta la neoplasia più frequente nella popolazione maschile (1). Alla base della patologia ci sono dei fattori di rischio non modificabili (razza, età, fattori genetici ed ormonali) e dei fattori di rischio modificabili (dieta, sovrappeso/obesità, attività fisica, fumo)

È possibile prevenire la patologia e per farlo è di fondamentale importanza agire a livello dei fattori di rischio modificabili, adottando uno stile di vita sano ed equilibrato.

Il World Cancer Research Fund (WCRF) ha recentemente pubblicato un documento di revisione dei dati presenti in letteratura che riassumono i risultati degli studi finora effettuati.

È stato, ad esempio, dimostrato come il sovrappeso e l’obesità alterino numerosi pathways ormonali e siano associati ad elevati livelli di insulina, bassi livelli di testosterone ed elevati livelli di citochine infiammatorie che possono aumentare il rischio di patologia (2-6). È fondamentale, quindi, mantenere una condizione di normopeso ed un Indice di Massa Corporea (Body Mass Index – BMI) compreso tra 18.5 – 24.9.

Altro fattore modificabile da analizzare è la dieta.

È importante sottolineare che non esistono alimenti o nutrienti anti-cancro; la giusta combinazione tra una dieta equilibrata ed attività fisica rende meno suscettibili alla malattia.

Numerosi studi hanno dimostrato come un maggior consumo di grassi saturi, come quelli ad esempio contenuti nel burro e nelle carni, aumentino il rischio di patologia mentre un maggior consumo di pesce ed oli vegetali abbia una probabile azione protettiva, riducendo così il rischio (7).

Oggetto di studio sono stati anche il licopene, la vitamina E ed i polifenoli.

Il licopene, sostanza antiossidante appartenente alla famiglia dei carotenoidi che si può trovare, ad esempio nei pomodori, è in grado di ridurre il rischio (8); così come la vitamina E, vitamina ad azione antiossidante ed antinfiammatoria, presente, ad esempio nell’olio di girasole, nell’ olio extravergine di oliva e nelle mandorle (9).

Anche i polifenoli, ad azione antinfiammatoria ed antiossidante, possono essere utili in termini di prevenzione. Le catechine presenti nel tè verde sono state ampiamente studiate ed una metanalisi ha evidenziato come il rischio di tumore alla prostata fosse dose dipendente e diminuisse con l’aumento del consumo di tè, con una significativa riduzione del rischio in coloro che consumavano 7 o più tazze di tè al giorno (10)

Ad oggi non esistono delle conclusioni univoche. Sarebbe bene adottare un regime alimentare di tipo mediterraneo, caratterizzato da cereali integrali, alimenti ricchi in grassi monoinsaturi e omega-3 (es. pesce azzurro, frutta secca, semi oleosi, olio EVO), legumi, verdure evitando così cibi elaborati e/o raffinati.

Alla luce dell’evidenza dei dati di letteratura sopra descritti abbiamo ritenuto di suggerire alcune ricette sfiziose adatte alla prevenzione …

  1. Bray, F. et al. Global cancer statistics 2018: GLOBOCAN estimates of incidence and mortality worldwide for 36 cancers in 185 countries. CA Cancer J. Clin. 2018, 68, 394-424.
  2. De pergola et al. Obesity as a major risk factorfor cancer. J Obes 2013:291546.
  3. Platz et al. The epidemiology of sex steroid hormones and their signaling and metabolic pathways in the etiology of prostate cancer. J Steroid Biochem Mol Biol 2004; 92: 237
  4. De Marzo et al. Inflammation in prostate carcinogenesis. Nat Rev Cancer 2007; 7: 256–69.
  5. Ma et al. Prediagnostic body-mass index, plasma C-peptide concentration, and prostate cancer-specific mortality in men with prostate cancer: a long-term survival analysis. Lancet Oncol 2008; 9: 1039–47.
  6. Li et al. A 25-year prospective study of plasma adiponectin and leptin concentrations and prostate cancer risk and survival. Clin Chem 2010; 56: 34–43.
  7. Matsushita et al. Influence of diet and nutrition on prostate cancer. Int. J. Mol. Sci. 2020, 21, 1447.
  8. Rowles, J.L. et al. Increased dietary and circulating lycopene are associated with reduced prostate cancer risk: a systematic review and meta-analysis. Prostate Cancer Prostatic Dis. 2017, 20, 361–377.
  9. The Alpha-Tocopherol Beta Carotene Cancer Prevention Study Group. The effect of vitamin e and beta carotene on the incidence of lung cancer and other cancers in male smokers. Engl. J. Med. 1994, 330, 1029–1035.
  10. Guo, Y.; Zhi, F.; Chen, P.; Zhao, K.; Xiang, H.; Mao, Q.; Wang, X.; Zhang, X. Green tea and the risk of prostate cancer: A systematic review and meta-analysis. Baltim. 2017, 96, e6426.