Spaghettoni Integrali con Pesto - Oncologia E Cucina

Vai ai contenuti

Menu principale:

LE RICETTE DELLO CHEF > Primi Piatti
 SPAGHETTONI INTEGRALI CON PESTO DI ZUCCHINE, FIORI E PINOLI




INGREDIENTI (6 PERSONE):
480 gr Spaghettoni integrali
400 gr Zucchine novelle
300 gr Zucchine medie
100 gr Pinoli e/o mandorle sgusciate
3 Cucchiai di Parmigiano grattugiato
50 gr Mentuccia
6 Fiori di zucchina  
1 Limone non trattato
Olio extravergine d'oliva
Sale e Pepe
                                                                                                                                                                     Scarica il PDF della Ricetta
PREPARAZIONE:

Tagliate a metà per il lungo le zucchine novelle, mettetele in una teglia, salatele, ungetele di olio e infornatele a 180°C per 30-35’.

Sfornatele, lasciatele intiepidire e frullatele con 80 g di olio, il succo del limone, un pizzico di foglie di mentuccia, i pinoli, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato e 20 g di acqua, poi salate e pepate il pesto ottenuto.

Passate alla mandolina le zucchine ottenendo degli “spaghetti”. Saltateli in padella con 3 cucchiai di olio a fuoco vivo finché non saranno appassiti ma ancora al dente, e infine salateli e aromatizzateli con foglioline di mentuccia e la scorza grattugiata di mezzo limone.

Lessate la pasta, saltatela con gli spaghetti di zucchina, aggiungete il pesto, i pinoli tostati a piacere ed i fiori di zucchina privati dei pistilli.
Saranno buonissimi!!


PROPRIETA’
Alcuni degli ingredienti presenti nella ricetta possono essere utili per combattere la stipsi: pasta integrale, pinoli e zucchine sono un concentrato di fibra che permettono di regolarizzare la motilità intestinale.
La pasta integrale deriva dalla farina di grano duro integrale, cioè dalla macinazione del chicco completo del grano (crusca, germe ed endosperma). La crusca e il germe forniscono fibra, minerali, proteine, vitamine del gruppo B e acidi grassi essenziali.
La pasta di grano duro invece è fatta con la farina ottenuta dalla macinazione del solo endosperma, il quale contiene principalmente amido e proteine.
I pinoli, oltre ad essere una buona fonte di fibra (4, 5 g /100g), forniscono un buon apporto energetico grazie all’elevato contenuto in proteine e acidi grassi mono e poli insaturi.  La loro composizione nutrizionale, in aggiunta a un elevato apporto di magnesio, permette inoltre di migliorare i sintomi derivanti dalla sensazione di fatica.
Le zucchine, rispetto ai due ingredienti precedenti hanno un minor apporto di fibra, ma la sinergia con gli altri ingredienti permette di regolare la funzionalità intestinale. Le zucchine hanno il vantaggio di essere facilmente digeribili (dobbiamo però utilizzare un metodo di cottura “semplice”, lesse, stufate, al vapore, al forno) e sono ricche di vitamine e sali minerali.

ATTENZIONE
E' fondamentale saper riconoscere un prodotto realmente integrale: non lasciatevi ingannare dal colore più scuro di un alimento o dalla dichiarazione di un alto contenuto di fibre sulla confezione poiché queste caratteristiche non sono una garanzia di “integrale”.
Per questi motivi è importante leggere attentamente l’etichetta. Le descrizioni contenute nella denominazione dell'alimento, come ad esempio: con crusca, macinato a pietra, ai cereali, o 100% frumento, non indicano necessariamente che il prodotto sia integrale. Per essere certi che un prodotto sia integrale dobbiamo assicurarci che sia realizzato a partire da cereali integrali.
Un elevato contenuto di fibre può non rappresentare una garanzia dell’integralità di un prodotto, perché questo potrebbe essere stato ottenuto con farine più o meno raffinate e addizionato in seguito con crusca (o cruschello), che è per l’appunto la parte del seme più ricca di fibre. Prodotti così realizzati non dovrebbero essere definiti integrali poiché non contengono il germe. Come abbiamo detto anche il colore scuro non garantisce che un alimento sia a base di cereali integrali. Per esempio, al pane può essere aggiunto un colorante caramello o melassa che conferiscono una colorazione più scura, ma in realtà è stato prodotto a partire da farine bianche, non integrali.
 
 

Si ringraziano:













Contributo non condizionante di:

Torna ai contenuti | Torna al menu